Riconoscimento titoli professionali ed accademici

Riconoscimento dell’abilitazione all’insegnamento conseguita in Paesi diversi dall’Italia

Competenza MIUR

I docenti che abbiano conseguito l’abilitazione all’insegnamento all’estero (Paesi UE e non) e vogliano esercitare in Italia la propria attività, devono chiedere il riconoscimento del titolo professionale presso il MIUR Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e l’Autonomia Scolastica.

Il riconoscimento può riguardare:

  1. titoli conseguiti nei Paesi UE;
  2. titoli conseguiti in Paesi non comunitari.

Per scaricare i modelli di domanda e prendere visione della normativa di riferimento clicca qui.

Riconoscimento dei titoli accademici conseguiti all’estero

Equipollenza di titoli esteri

L’equipollenza è una forma complessa di riconoscimento accademico che si basa sulla valutazione analitica di un titolo di istruzione superiore straniero con lo scopo di verificare se esso corrisponde in modo dettagliato per livello e contenuti a un analogo titolo universitario italiano tanto da poterlo definire equivalente e dargli così lo stesso “peso” giuridico definendolo “equipollente”.

Le università italiane, nella loro autonomia, valutano i titoli accademici stranieri, applicando gli artt. 2 e 3, della Legge 11 luglio 2002, n. 148 (e quindi la Convenzione di Lisbona), allo scopo di rilasciare gli analoghi titoli italiani: la decisione viene presa caso per caso.

È possibile richiedere l’equipollenza di un titolo estero a determinate condizioni:

  • il tuo titolo deve essere stato rilasciato all’estero da un’università o da altra istituzione di livello universitario che appartenga “ufficialmente” al sistema educativo di riferimento;
  • deve essere un titolo “ufficiale” del sistema di riferimento;
  • deve essere un titolo finale di 1°, o di 2° o di 3° ciclo (bachelor-level o master-level, o più avanzato);
  • deve infine esistere un titolo italiano con cui si possa comparare il titolo estero.

Al fine di ottenere maggiori informazioni sulla domanda di riconoscimento ci si dovrà rivolgere alla segreteria dell’Università che offre il titolo di interesse e richiedere tutte le informazioni sulle modalità con cui l’università stessa effettua l’equipollenza dei titoli esteri (per es. eventuale scadenza per la presentazione della domanda, tempi di svolgimento della procedura, ecc.). Inoltre è bene richiedere il modulo di domanda di riconoscimento e l’elenco dei documenti da allegare alla domanda.

Comunque, tra i documenti richiesti più comunemente ricordiamo:

  • il “Diploma” o documento ufficiale che attesta il conseguimento titolo straniero di livello universitario;
  • un “certificato” o documento ufficiale con l’elenco delle materie incluse nel curriculum o piano di studi; in alcuni Paesi questo documento è detto transcript;
  • il Diploma Supplement o la cosiddetta “Dichiarazione di valore” (DV), emessa dalle competenti autorità italiane all’estero.

Per ulteriori informazioni clicca qui.